14 feb 2011

San Valentino a Messina!

Cioè, non proprio Lui, il Santo, intendo la festicciola degli innamorati.
Che dire? E' una cosa simpatica di prim'acchitto, ma la Chiesa non l'ha presa in maniera molto giocosa (e qui scatta il link all'articolo di riferimento). Sarà! Ma a me fa comunque sorridere.
Il messaggio riportato dal cartello in fin dei conti non mi sembra neanche tanto assurdo: "Amatevi ogni giorno...".


Massì! Chissenefrega? Intanto sono riuscito a piazzare un post sulla festività più "scomoda" per i single senza le solite smancerie a corredo: fico no?

P.S. devolvo il 50% della colpa del presente scritto al caro Driller (che a me piace chiamare Drì), fonte di insana ispirazione!!!! :P

8 commenti:

D. ha detto...

io trovo questa pubblicità piuttosto casta, c'è ben peggio all'uscita di certe scuole

Black75 ha detto...

eh, ma tu non sei Don Giuseppe Lonia dell'Arcidiocesi di Lipari/Milazzo/nonmiricordocos'altro!

massimiliano giannetto ha detto...

Tra tutte le convenzioni sociali, quasi sempre atte al consumismo sfrenato, il giorno del 14 febbraio è una delle più squallide.
Personalmenten non avendo mai avuto impegni seri o duraouri non sono praticamente mai stato irretito dal S valentino, ne mi auguro in un futuro ipotetico con una compagna ipotetica, pdi diventare avvezzo a corbellerei del genere.
Lo spot di per se è carino e provocatorio al punto giusto.
L'unico amore che serve in questo momento a noi italiani non è quello dei baci perugina, ma piuttosto ritrovare una dignità ormai perduta e una forma mentis deviata volta alle "furbizie" che vedono i disonesti stare bene e gli onesti stare male.
Smancerie e romanticherie non servono serve dignità e coesione volta al bene comune.

Black75 ha detto...

evvai Max!!! uno che ha peli dappertutto tranne che sulla lingua!!! :P

Sara ha detto...

E'ovvio che non ci sia ama solo a San Valentino, ma perché non coccolarci oggi un po'di più? Questo è l'undicesimo San Valentino con mio marito, il quinto da sposati e mi sembra bello avere un'altra ricorrenza per noi due!

Black75 ha detto...

Saretta, te hai anche ragione.... finch'è eravamo solo io e mia moglie anche noi eravamo molto più "cippiticciò" fra di noi! Ma poi, come dire, coi bimbini molta "cippiticciòseria" finisce assieme ai pannolini usati! (sghignazz, sghignazz, sghignazz*).

*onomatopeicamente parlando.

:D

Driller ha detto...

Posso dire la mia? Beh, visto che mi chiami in causa gia nel post non aspetto la risposta a questa domanda :P

Dunque, concordo con Max, anche se per qualche anno mi son chiuso in casa in questa ricorrenza, se non altro perchè, vista la comune usanza delle coppie di ostentare maggiormente il loro amore, ci soffrivo un pò perchè non sono mai stato tanto fortunato nelle faccende sentimentali.
Da poco mi hanno fatto notare che in teoria San Valentino è la festa degli innamorati, anche se non sono in coppia (come ho scritto sul post che ha ispirato Black :P). Ed in effetti io mi sento innamorato in questo periodo, e volevo condividere questa gioia con il resto del mondo (sperando di non illudermi ovviamente!).
Detto questo, conosco la genesi di questa festa, e so che è stata usata dai cristiani per sostituire la festa pagana della fertilità, per eliminare i vecchi riti e, perchè no, aumentare il consumismo che, purtroppo, è una moda alquanto diffusa...
Ci mancano solo Natale 2 e altre cavolate Groeningiane.

Insomma, mi unisco al coro, ed al messaggio del cartellone: amatevi ogni giorno. E non mi riferisco solo al sentimento in sè, anche al regalo. Io personalmente non ho mai avuto bisogno di ricorrenze speciali per fare un regalo ad una persona a me cara... poi ci sono le pecore e ci sono i lupi...

Black75 ha detto...

aaaaaaah! la festa della fertilità! quella si che mi piacerebbe >;P

Random Posts Plugin for WordPress, Blogger...